Discogel

Il Discogel, ovvero la decompressione discale con etilcellulosa, è l’ultima metodica di decompressione mininvasiva per via percutanea introdotta nella pratica clinica. La sua presentazione ufficiale risale all’ottobre 2007 grazie a Jacques Theron che per primo ha pubblicato sul «Journal of Spinal Disorder Technic» lo studio: “Percutaneous Treatment of Lumbar Intervertebral Disk Hernias With Radiopaque Gelified Ethanol”.

L’Etil-cellulosa una volta iniettata nel cuore del disco determina un’ azione di tipo meccanico, causando una disidratazione dell’ernia discale: la reazione è immediata e duratura, non viene alterato l’anulus e viene mantenuta l’altezza dello spazio discale. Il trattamento che può essere ambulatoriale, non è invasivo, e necessita della sola anestesia locale; è un trattamento sicuro in quanto il gel è ben controllabilabile durante l’iniezione ed è marcato con tungsteno tanto da rimanere radiopaco per diverso tempo. Va sottolineato come il discogel non dia reazione allergiche e non determina dolore durante il trattamento.